FAQ

.

In questa sezione troverai 2 tipi di informazione: quelle che ti possono interessare se vuoi rivolgerti a noi e quelle, sempre utili, che riguardano più in generale la figura dello psicologo e la psicologia in Italia.
Abbiamo cercato di essere esaustivi, ma se hai altre domande puoi scriverci alla mail info@serviziodipsicologia.it.

*Quanto durerà il percorso? Non vorrei imbarcarmi in qualcosa che durerà anni…
.
Non è possibile stabilire a priori “quanto ci vorrà” perchè le caratteristiche uniche di ogni persona portano a risultati differenti e ad ottenerli in tempi differenti.
A volte, al contrario di quello che si potrebbe immaginare, le persone che si sentono maggiormente in crisi sono quelle che avviano e conseguono il cambiamento in tempi più rapidi rispetto ad altri, che, apparentemente meno “problematici”, non riescono a realizzare o metabolizzare cambiamenti rapidi e necessitano di interventi maggiormente protratti.
Consigliamo questo articolo sull’argomento: https://www.serviziodipsicologia.it/quanto-dura-una-psicoterapia-la-sua-durata-e-prevedibile
In ogni caso il cambiamento è graduale e anche nell’ipotesi di poter fissare una data “X” per la fine del percorso questo non significherebbe che i cambiamenti avverrebbero in quella data, ma sarebbero sempre e comunque costruiti nel tempo. Non starai “male” fino al giorno prima e poi “bene” quando scatterà il giorno “X”, per intenderci!
.
* Sono contrario alle medicine: lo psicologo mi farà assumere anche degli psicofarmaci?
.
Non c’è una risposta che possa valere per tutti, se non che eventuali farmaci non saranno mai prescritti da noi psicologi che, non essendo medici, non prescriviamo alcun farmaco.
Caso per caso, la necessità/opportunità di ricorrere anche ai farmaci dipende dal livello di disagio sperimentato dall’individuo, dalla sua accettazione di un’eventuale terapia farmacologica (gestita da un medico psichiatra) e dal desiderio di provare strade alternative, quando questo è possibile.
Nel nostro studio ci avvaliamo anche della Floriterapia, disciplina che utilizza prodotti non farmacologicamente attivi, e collaboriamo sia con medici psichiatri “tradizionali”, sia con omeopati e medici di medicina naturale.
.
*E’ meglio uno psicologo maschio o femmina? Avevo un’idea precisa, ma non ne sono più così sicuro…
.
Può accadere che una persona escluda categoricamente di rivolgersi ad uno psicologo piuttosto che ad una psicologa, o che chieda espressamente di lavorare con un uomo piuttosto che con una donna (o viceversa).
In ogni caso nel nostro studio offriamo entrambe le possibilità  : )
Questa richiesta va tenuta in grande considerazione, perchè a volte la richiesta di lavorare con un uomo piuttosto che con una donna dipende dalla difficoltà a rapportarsi con uno dei due sessi (e dalle aspettative che ne conseguono), difficoltà che possono invece rendere più utile che la persona si rivolga proprio allo psicologo del sesso che istintivamente rifiuterebbe di contattare.
.
*Le spese per le sedute sono detraibili come le spese mediche?
.
Sì: in quanto professionista sanitario, lo psicologo emette ricevute senza IVA che possono essere detratte nella dichiarazione dei redditi (quando eroga prestazioni sanitarie, come nel nostro caso).
Dal 2016 è lo psicologo stesso a notificare all’Agenzia delle Entrate le spese sostenute presso il suo studio dai suoi clienti/pazienti, attraverso il cosiddetto Sistema Tessera Sanitaria (TS), a meno che questi non chiedano espressamente di non inviare i dati relativi alle loro fatture perchè non sono intenzionati a detrarre questa spesa.
.
.
Qualche altra FAQ più generale e sempre utile:
.

* Chi è lo psicologo?

Lo Psicologo è un professionista che, dopo la laurea specialistica in Psicologia, ha svolto un anno di tirocinio e ha sostenuto gli Esami di Stato per conseguire l’abilitazione all’esercizio della Professione.
É iscritto all’Ordine degli Psicologi ed è vincolato al rispetto delle norme del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani.

Lo Psicologo svolge attività di prevenzione, sostegno, diagnosi, abilitazione e riabilitazione in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo e alla comunità (Legge n.56/89)

* Che differenza c’è fra psicologo e psicologo psicoterapeuta?

Lo psicologo psicoterapeuta ha conseguito la specializzazione in una particolare forma di psicoterapia frequentando la relativa scuola di psicoterapia quadriennale (sarà quindi psicoterapeuta ad orientamento XY se ha frequentato la scuola di psicoterapia XY). Si occuperà quindi anche dei casi maggiormente gravi e complessi utilizzando quell’approccio teorico-clinico.

*Lo psicologo prescrive psicofarmaci?

No: lo psicologo NON E’ UN MEDICO e di conseguenza non può prescrivere farmaci.

*Che differenza c’è fra lo Psicologo ed altri professionisti?

Lo Psicologo è laureato in Psicologia e può aver conseguito ulteriori specializzazioni. Come detto, se ha frequentato una scuola di psicoterapia di durata quadriennale è anche Psicoterapeuta*.

Lo Psichiatra è laureato in Medicina e si è successivamente specializzato in Psichiatria. Si occupa delle patologie psichiche utilizzando un approccio medico e prescrive psicofarmaci.

ATTENZIONE: il Medico Psichiatra può utilizzare anche il titolo di Psicoterapeuta pur non avendo frequentato una Scuola di Psicoterapia perchè la specializzazione in Psichiatria dà il diritto di utilizzare entrambi i titoli (psichiatra e psicoterapeuta). Sarà perciò consigliabile che il paziente verifichi il CV del medico consultato (specializzazioni conseguite ed esperienza), prima di intraprendere un percorso non strettamente medico ma psico-terapeutico con lui.

Il Neurologo è laureato in Medicina e specializzato in Neurologia. Si occupa prevalentemente di patologie del Sistema Nervoso Centrale (cervello) e periferico (nervi) come il morbo di Parkinson e di Alzheimer e i danni neurologici conseguenti ad eventi come l’ictus e il trauma cranico, che interessano il movimento e la sensibilità di alcune parti del corpo. Può occuparsi dei Disturbi del Sonno, di epilessia, di altri sintomi e patologie strettamente attinenti alla sfera “nervosa” (= relativa ai nervi, quindi all’organismo in senso “fisico”).

Occupandosi di aspetti differenti del disagio della persona, nei casi più complessi queste figure professionali possono collaborare tra loro.

* Chi si rivolge allo Psicologo?

Si rivolgono allo Psicologo persone di tutte le età, che si trovano in un momento di crisi o che desiderano conoscersi meglio e raggiungere un maggiore benessere psicologico e fisico.
Alcuni si rivolgono ad uno Psicologo su consiglio di altri, ma è fondamentale che siano motivati a richiederne l’intervento per poter raggiungere dei risultati soddisfacenti.

* Quando può essere utile contattare uno Psicologo?

Lo Psicologo può intervenire efficacemente in molte situazioni: nei casi di disagio legato a disturbi come ansia e depressione; quando si verifica una situazione problematica nel rapporto con gli altri; in momenti delicati del ciclo di vita o di stress di varia origine come il disagio scolastico e lavorativo, ma anche se si desidera un aiuto per combattere l’insonnia o per smettere di fumare.
Esistono inoltre percorsi e tecniche psicologiche utili ad incrementare attenzione, concentrazione e creatività: sono impiegate in campo sportivo, scolastico, artistico e – mediante personalizzazione – in ogni situazione in cui si richieda un miglioramento delle prestazioni legate a caratteristiche psicologiche.

* Quali sono gli strumenti dello Psicologo?

Lo Psicologo utilizza principalmente due strumenti: il colloquio e i test psicologici. Il loro impiego serve per meglio comprendere la situazione della persona e per favorirne il cambiamento nel senso desiderato.
Può anche impiegare delle tecniche specifiche, come quelle di rilassamento, a seconda delle esigenze della persona.
Non è un medico, e quindi non prescrive né farmaci (come già detto) né esami clinici.

* Che differenza c’è fra Counselling Psicologico e Psicoterapia?

Il Counselling psicologico è una forma di consulenza che lo Psicologo presta per problemi specifici e limitati.

La Psicoterapia è invece un intervento più esteso e strutturato rivolto a chi soffre di un grave disagio psicologico o di una psicopatologia.

Sia il Counselling che la Psicoterapia prevedono l’impiego di particolari tecniche a seconda della formazione dello Psicologo che li conduce, e possono di conseguenza variare notevolmente per quanto riguarda il metodo utilizzato e la frequenza e durata degli incontri: le ricerche scientifiche più recenti evidenziano come i risultati dell’intervento siano correlati alla qualità della relazione che si instaura fra Psicologo ed utente/paziente più che all’impiego di un metodo piuttosto che di un altro.

* E se volessi rivolgermi ad un Centro pubblico?

Gli psicologi (a dire il vero troppo pochi, rispetto alla necessità della popolazione) sono presenti anche in centri e servizi pubblici, che erogano in genere consulenze psicologiche o interventi limitati nel tempo e circoscritti all’ambito di competenza.

Ecco l’elenco (ci scusiamo se qualche link dovesse risultare non più attivo):